Autopromotec 2019

AUTOPROMOTEC 2019: Sottile linea tra il CAR CONNECT ed il CUSTOMARE CARE.

Questa nuova edizione di Autopromotec sancirà definitivamente la tendenza globale del mercato verso tutti i protocolli di comunicazione tra strumenti di diagnosi ed autovetture; questa volta però il ruolo da protagonista è nelle mani dei Costruttori (Case madri auto) ed è quindi sempre più opportuno che la filiera indipendente inizia d interrogarsi su quali antidoti o contromosse puntare. Il protocollo "e-call" introdotto nel 2015, il quale prevedeva le chiamte di soccorso in tempo reale alle centrali oeprative, è oramai alle spalle ed è smpre più in evidenza e fatto concreto la deteminazione dei costruttori di diventare preponderanti anche nel contesto del service avendo il vantaggio di poter comunicare con i sistemi di bordo dell'autovettura potendo poi condividere informazioni con l'automobilista per mezzo delle loro APP (applicazioni android ed IOS) proprietarie.

Siamo tutti benvenuti nell'era del CAR CONNECT! e quello appena descritto è lo scenario del prossimo quinquennio ma la domanda ad alcuni sorge spontanea: "Dovremo quindi imparare a dialogare con l'autovettura e non più con il cliente??" Per gli autoriparatori più temerari tutto ciò rappresenta una nuova sfida ma i numeri del parco circolante attuale (in Italia ed in Europa) così come la composizione dello stesso per tipo ed età autovettura ci riportano nel nostro day by day e ci impongono di fare un po’ di sana autocritica su come, in qualità di autofficine indipendenti multimarca, stiamo comunicando con i nostri clienti ma soprattutto su come stiamo gestendo , o NON gestendo, i dati del parco circolante rispetto ai passaggi nella nostra struttura.

Ecco allora che è indispensabile iniziare ad avere un approccio statistico ed analitico sugli andamenti e sulle tendenze del nostro fatturato partendo ancor prima dalla corretta profilazione del cliente e del suo/suoi autoveicoli. La vera e più preziosa banca dati all'interno di una autofficina non è di natura tecnica ma l'insieme dei dati strutturati della propria clientela storicizzati all'interno di un software con database e con la possibilità concreta di interazione finalizzata alla creazione di promozioni e di richiami aggiuntivi con lo scopo di aumentare in modo intelligente il numero dei passaggi su base periodica. In altri termini l'autoriparatore indipendente deve iniziare a capitalizzare la sua pluridecennale esperienza in diagnostica multimarca, fatto che lo contraddistingue dall'officina del concessionario, sfruttando la digitalizzazione all'interno dei propri processi di lavoro ed anticipando le difettosità dei veicoli trasformandole in profitto. Sono molte le motivazioni per sfruttare questo evento Autopromotec 2019 e passare allo stand Kompunet per una presentazione del progetto nuovo DECK.